Abruzzo

Riciclo Arte Ricostruzione Adotta una “bottega” in Abruzzo – Rete di solidarietà nell’ Arte per l’Arte, un aiuto concreto – dove serve davvero poco per ricominciare Di fronte alla grave situazione che si è venuta a creare a seguito del sisma in Abruzzo, che ha colpito non solo le persone, le loro famiglie, le loro abitazioni, i luoghi artistici e culturali ma anche le loro attività commerciali, diviene urgente la consapevolezza che solo la ripresa delle normali attività lavorative possa ridar loro speranza e dignità. GARD Galleria Arte Roma Design, una delle poche realtà romane, situata nell’ex zona del porto fluviale tra il Gazometro e la Piramide Cestia, rivolta da sempre a tematiche sociali e ambientali attraverso la promozione e divulgazione di opere realizzate da artisti emergenti e designer che si occupano di autoproduzione, propone con il Patrocino del Comune Di Roma Municipio RM XI, il progetto Riciclo Arte Ricostruzione. La finalità del progetto è quella di abbinare il percorso artistico di giovani emergenti che si occupano di Arte, Design, Artigianato, Fotografia, Gioielli, Moda ad un’ iniziativa di solidarietà. I protagonisti di questo progetto sono gli artigiani Abruzzesi, la GARD e i suoi artisti. Il progetto Riciclo Arte Ricostruzione – Adotta una bottega in Abruzzo, è un’iniziativa a sostegno delle botteghe artigiane dei paesi abruzzesi colpiti dal terremoto costrette a interrompere la loro attività per i danni subiti soprattutto dai manufatti e dagli attrezzi del mestiere. L’idea nasce dall’esperienza di un’artista della Gard, che ha una bottega di ceramiche a Casale, Comune di Cocullo, unica artigiana che porta avanti la tradizione della produzione artigianale di ceramica tipica abruzzese, che con il terremoto ha subito danni ai manufatti artistici. Danno che, anche se non elevato, potrebbe causarle notevoli difficoltà, e come lei tanti altri artigiani, in questo momento, si trovano nella stessa condizione. Il progetto prevede: •Quantificare i danni subiti dalle botteghe artigiane, che chiameremo “Cocci”, pezzi dei manufatti artigianali danneggiati. I “Cocci” verranno fotografati e inventariati; •Ricercare sponsor per l’acquisto dei “Cocci” (ad oggi hanno aderito realtà che ci supportano con servizi in qualità partnership); •Inaugurare la 1° mostra pilota Riciclo Arte Ricostruzione prevista dal 22 maggio al 5 giugno che ospiterà linguaggi artistici diversi e consentirà l’avvio del progetto; •Mettere i “Cocci” a disposizione degli artisti della GARD che li trasformeranno in nuove opere dal particolare valore aggiunto (collezioni di gioielli, mosaici, sculture e altro). •Le opere “Ri-Nate” saranno presentate dal 19 al 26 giugno in occasione della 2° mostra Riciclo Arte Ricostruzione; •Creare una rete di ricerca per individuare altri artigiani che si trovino nella medesima condizione; •Organizzare eventi con le opere “Ri-Nate” nei comuni di appartenenza delle botteghe artigiane salvate.

Direttore Artistico Sonia Mazzoli

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *